logo

ASPETTI NORMATIVI


La sperimentazione animale è attualmente regolata dal DL116/92 redatto a norma della direttiva 86/609/CEE, il cui obiettivo principale è la protezione degli animali utilizzati a fini sperimentali e ad altri fini scientifici, in modo da ridurre al minimo ogni eventuale dolore, sofferenza, forte stress o danno prolungato che possa essere loro inflitto a seguito delle procedure cui sono sottoposti.
Nella stragrande maggioranza dei casi gli animali impiegati vivono in gabbie dedicate ai piccoli animali per gli esperimenti in strutture specializzate dette stabulari. Vi è spesso un notevole conflitto tra le esigenze della ricerca e quelle degli animali. Di fronte a un tale conflitto i fabbisogni fisiologici ed etologici di base degli animali (cioè la libertà di movimento, il contatto sociale, un’attività ragionevole, il nutrimento e l’acqua) dovrebbero essere limitati solo per il periodo e il livello strettamente necessario. Prima di procedere all’esecuzione del protocollo gli scienziati, i tecnici animali e le persone incaricate di dare consulenza sul benessere degli animali devono riesaminare tali limitazioni per ridurre al minimo la compromissione del benessere degli animali interessati nel rispetto degli obiettivi scientifici dello studio.

A tale scopo la Commissione della Comunità Europea ha redatto la raccomandazione (2007/526/CE) contenente le linee guida per la sistemazione e la tutela degli animali ispirate alle conoscenze attualmente disponibili e alla buona pratica in uso. Tale documento spiega e integra i principi di base adottati nell’articolo 5 della direttiva 86/609/CEE ed è finalizzato ad aiutare le autorità, le istituzioni e i singoli individui a rispettare gli obiettivi in materia fissati dalla direttiva citata. Il testo di questo minicorso ha estrapolato le informazioni pertinenti e necessarie alla stabulazione e uso di piccoli roditori.

Il principio ispiratore della normativa è quello delle 3R, enunciato nel 1957 da William Russell:
REDUCE: ridurre al massimo il numero di animali impiegati mantenendo lo stesso livello di informazione, compatibilmente con la pianificazione statistica.
REFINE: ottimizzazione del modello sperimentale teso alla riduzione della sofferenza animale.
REPLACE: ove possibile sostituire l’impiego di animali con modelli alternativi.


Indietro

Valid XHTML 1.0 Transitional