logo

Responsabile del servizio: Dott.ssa Graziana Palmieri

Kodak Image Station In Vivo FX

Questo strumento consente un preciso studio di immagini “in vivo”, ad alta risoluzione, in piccoli modelli animali (topi e ratti), fornendo la possibilità di co-registrare segnali ottici (luce bianca, fluorescenza, luminescenza) con immagini a raggi X e/o con radioisotopi per valutare e studiare eventuali processi patologici in animali vivi, consentendo, inoltre di seguirne la progressione nel tempo. La co-registrazione multi-modale delle immagini ottimizza il sistema di rivelazione di un segnale, fornendone l’esatta localizzazione anatomica.
Questo strumento consente di effettuare anche applicazioni “in vitro” che vanno dalla lettura di gel in western blot all’osservazione microscopica di cellule fluorescenti.
Le applicazioni in vivo consentono di valutare:
• eventuali cambiamenti morfologici tissutali, come ad esempio la crescita tumorale;
• l’espressione di proteine in animali geneticamente modificati;
• l’attecchimento dei trapianti.

Tra i vantaggi:
a. una rapida osservazione;
b. non dover sacrificare l’animale;
c. osservare gli eventuali cambiamenti nel tempo in ciascun soggetto;
d. riduzione dei costi e dei tempi sperimentali
e. maggiore attendibilità dei dati;
f. possibilità di effettuare immagini multi-modali, sovrapposizioni di immagini che evidenziano la presenza di uno o più segnali e la loro perfetta localizzazione;
g. elevato grado di sensibilità che consente di discriminare e separare i diversi fluorocromi, rimuovendo l’autofluorescenza di fondo.

Presso il Centro di Servizi Interdipartimentale Stazione per la Tecnologia Animale ci si pongono due obiettivi: lo svolgimento di progetti autonomi e la funzione di facility in favore di gruppi di ricerca afferenti o meno alla STA, interni od esterni all’Università, che ne richiedano prestazione, tipo service o di tipo collaborativo.

Il servizio offre:
a. l’uso della Kodak Image Station In Vivo FX da parte di ricercatori in grado di utilizzarlo, comunque sotto il controllo e la responsabilità del responsabile del servizio;
b. l’uso della Kodak Image Station In Vivo FX, accanto ad una consulenza sull’impianto dell’esperimento e sull’analisi delle immagini;
c. La soluzione globale dello studio del bio-imaging “in vivo”, dall’impostazione dell’esperimento all’analisi delle immagini.

 

Indietro

Valid XHTML 1.0 Transitional